03 Dicembre 2021

Dolomia è la prima acqua minerale col marchio IoSonoFvg

Dolomia è la prima acqua minerale ad aver ottenuto il marchio IOSONOFVG, sulla base dei requisiti di tracciabilità e sostenibilità. Sorgente Valcimoliana con sede in Cimolais soddisfa come azienda e prodotto tutti i requisiti previsti dal regolamento del marchio Io Sono FVG

 

Sorgente Valcimoliana, azienda imbottigliatrice di Acqua Dolomia, è l’azienda friulana che imbottiglia l’acqua minerale che sgorga all’interno del Parco Naturale Dolomiti Friulane, territorio protetto Unesco. L’azienda si distingue per continua ricerca e innovazione a garanzia di qualità del prodotto, caratteristiche che le sono valse all’ottenimento del marchio IOSONOFVG. Dolomia è così la prima acqua minerale ad aver ottenuto il riconoscimento regionale che riconosce la tracciabilità e la sostenibilità delle produzioni locali. Una ulteriore attestazione del lavoro di qualità dell’azienda friulana che con il brand Dolomia è importante player nazionale e ha una rilevante presenza anche all’estero.

 

È motivo di orgoglio per noi essere riconosciuti ufficialmente tra le realtà selezionate in Regione - afferma Gilberto Zaina, amministratore delegato di Sorgente Valcimoliana - La nostra azienda è da sempre impegnata nel miglioramento continuo della sostenibilità ambientale, economica e sociale. La nostra è una scelta dovuta e rispettosa del territorio incontaminato da cui proviene Acqua Dolomia, l'acqua di origine protetta, appunto. Valorizzare le aziende e i prodotti che condividono questo marchio aiuterà certamente l’economia del Friuli Venezia-Giulia a crescere nel segno della sostenibilità".

 

La sostenibilità delle aziende è sempre più un valore per il territorio in cui queste operanospiega Pierpaolo Rovere, direttore di Agrifood Fvg, il soggetto a cui è affidata la gestione del marchio e avere ora nel paniere di IOSONOFVG un brand conosciuto a livello internazionale come Acqua Dolomia che opera nel contesto di un Patrimonio Unesco dell’Umanità quali le Dolomiti friulane rappresenta un plus per l’intero sistema agroalimentare che il progetto voluto dall’amministrazione regionale intende promuovere”.

 

 

RASSEGNA MEDIA